I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Oasi del Mincio

Set 16

CURIOSITÀ SULLA MOZZARELLA

Non tutti sanno che le origini del nome della mozzarella derivano dalla tecnica di lavorazione di questo formaggio che prevede che il casaro "mozzi" l'asta filata ad arte.

Le nostre mozzarelle, infatti, sono prodotte con latte crudo di Bufale proveniente dall’allevamento aziendale, lavorato con metodi tramandati di generazione in generazione. Si tratta di un formaggio a pasta filata, a forma sferica e di varia pezzatura 30 gr ciliegine - 150 gr Nodini - 180 gr Palla di colore bianco porcellanato, consistenza elastica di odore e sapore caratteristici di note di burro fresco, di yogurt, di fermenti lattici vivi. La mozzarella, come vi abbiamo già anticipato, prende il suo nome dalla tecnica di lavorazione che prevede, appunto, che il casaro “mozzi” l'asta filata ad arte; l’arte del mozzare è un’antica tradizione che ancora oggi è affascinante ed interessante da vedere e da imparare.

Il segreto di una buona mozzarella sta anche nella buona mozzatura che garantisce una buona conservazione del prodotto e che, una volta prodotta, viene conservata e confezionata in un liquido di conservazione, composto da acqua di filatura e sale.

Per l’ottima degustazione del prodotto nel periodo invernale si consiglia di immergere il prodotto con il suo liquido di conservazione a bagno-maria per circa 15 minuti in acqua tiepida prima di consumarla. In ogni caso è buona abitudine conservare il prodotto ad una T° non inferiore ai 12/15 C°.

La regina dei buffet, delle tavole della festa, è la treccia di mozzarella, una vera e propria mozzarella che le abili mani del casaro trasformano in un’opera d’arte. La treccia, infatti, è rigorosamente fatta a mano e viene presentata nelle varie pezzature 200 gr treccine – 1,5/2,0 Kg treccione.